Shop Online

Chi Siamo

Alle porte di Verona

La tenuta

La tenuta Villa San Carlo è ancor oggi un’ampia oasi di 70 ettari di verde incontaminato, arricchita da antichi terrazzamenti a secco per la coltivazione di vigneti. L’azienda è ubicata ad est di Verona sulle pendici di una collina rivolta al tramonto con un’altitudine che varia da i 100 ai 270 metri. Dall’alto domina Montorio paese antichissimo, pre-romano, famoso per le sue acque limpide sorgive che scorrono sotterranee per poi emergere in una catena di piccoli laghi. Oltrepassando con lo sguardo il castello scaligero sulla collina di fronte si apre fino all’orizzonte contornato dalle ombre delle colline di Custoza la splendida Città di Verona. La collina, con antichi terrazzamenti a secco, è rimasta un’ampia isola di verde intatto con coltivazioni di vigneti, olivi e frutteti circondati da zone boschive. La distribuzione dei vitigni crea un contesto interessante sia dal punto di vista altimetrico che genera diversi microclimi sia da un punto di vista geologico che conferisce al terreno una struttura complessa e varia.
dal 1958 una passione per il vino

La nostra storia

La famiglia Pavesi acquistò nel 1958 la tenuta e riscontrando la predisposizione del terreno dell’esposizione e del clima mite e ventilato decise negli anni di impiantare, anno dopo anno, vigneti posizionandoli in terrazzamenti strategici a diverse altimetrie, fino a raggiungere gli attuali 22 ettari immersi nei boschi e uliveti. Mantennero fin dall’inizio la colture delle uve del Valpolicella , corvina , corvinone , rondinella ma aggiungendo piccoli appezzamenti con uve che avrebbero impreziosito il vino con profumi e nuovi sentori come cabernet, croatina e teroldego. Il clima secco e ventilato indusse la famiglia a costruire il primo fruttaio per l’essicazione delle uve.
Circa una decina d’anni fa la collettiva decisione familiare di produrre il proprio vino con alta selezione di uve scelte ogni anno con paziente attenzione alle uve migliori prodotte nei diversi vigneti per l’essicazione e la produzione dell’Amarone.
Una zona ricca di Biodiversità

Il Territorio

Il territorio è caratterizzato da suoli calcarei come la scaglia rossa nei terreni più alti e la presenza di biancone nella fascia pre‐collinare. Nel contesto collinare la presenza di 10 ettari di olivi ed un’ampia fascia boschiva generano una biodiversità tipica del territorio. Una fauna sempre più allargata di tassi, donnole , faine, lepri, daini , caprioli, ricci, istrici ma anche falchi, poiane, civette ed allocchi mantengono questo luogo una perfetta culla per la produzione del vino e dell’olio. I vigneti sono coltivati su antichi terrazzamenti a secco che si estendono per circa 70 ettari e sono circondati da ampie zone boschive.
La loro distribuzione crea un ambiente interessante sia in termini di altitudine dando vita a microclimi diversi, sia dal punto di vista geologico, conferendo al terreno una struttura complessa e varia. Le varietà di Corvina, Corvinone, Rondinella e Croatina vengono seguite nelle fasi di crescita e maturazione per assicurare una vendemmia di pregio nel rispetto della morfologia del territorio e tutela dell’ambiente. La fondamentale fase di maturazione dell'uva viene attentamente monitorata per cogliere il momento più opportuno per dare inizio alla vendemmia, che solitamente avviene fra l'inizio del mese di settembre e la fine del mese di ottobre.